Ogni giorno sulla luna

Noi siamo andati sulla luna, così ci dicono. Io non ci sono mai stata però quindi mi limito ad osservarla con il mio telescopio. Osservo i mari, pianure lunari di colore scuro o gli altipiani che sono di colore più chiaro, i rilievi e poi i crateri formati dalle meteoriti che nel corso di milioni di anni hanno bombardato la superficie lunare. Non sono mai andata sulla luna ma i miei allunaggi sono comunque meravigliosi e mi accontento così non potendo fare altrimenti.

È solo un buco. Il mio telescopio è solo un buco. Un buco magico attraverso il quale, poggiando il mio occhio, posso vedere un mondo, un universo cui non mi abituerò mai quanto è meraviglioso. Si può fare l’abitudine a tutto, a tutte quelle cose che però ci appartengono su questa terra. Un tramonto, il mare in tempesta, il traffico all’ora di punta, un aereo supersonico, un dolore. Basta vedere una cosa un paio di volte e già si perde la novità.

Sarà perché invece la luna non è casa mia, sarà perché la vedi da lontano e la sogni, come un bimbo che non riesce ad avere la caramella. Per questo da una parte mi sento fortunata a non essere un’astronauta così non mi abituo alla luna. Così ci sono e ci saranno sempre a cose cui non potrò mai abituarmi e questo di conseguenza significa che non perderanno la loro specialità. Rimarranno magiche queste cose. Perché immacolate, misteriose, irraggiungibili.

C’è chi mi domanda in cosa consiste il mio lavoro di grafica, se non mi annoio sempre davanti al computer a lavorare.

No, io non mi annoio.

Ho fatto l’abitudine a spostare la sedia, mettermi comoda accendere il mio computer mentre finisco l’ultimo sorso di aranciata e lanciare i programmi che mi serviranno. Ma il lavoro che andrò a fare, la grafica che andrò ad inventare non sarà mai uguale a quella del giorno prima.

Perché il lavoro e l’esigenza della persona è diversa, perché la persona stessa che mi ha commissionato il lavoro è diversa.

Perché si può fare l’abitudine a tutto ma non alle persone, non alla creatività.

Non alla luna.

The following two tabs change content below.
Il mio lavoro non è semplice, non lo è affatto ma è la mia passione. La creatività per me è stimolo, mezzo e fine per le mie creazioni. Ma punto soprattutto ad ottenere una buona sintesi tra le esigenze grafiche canoniche e i desideri del cliente al fine di ottenere un lavoro finito che lo rappresenti al meglio.

Robi

Il mio lavoro non è semplice, non lo è affatto ma è la mia passione. La creatività per me è stimolo, mezzo e fine per le mie creazioni. Ma punto soprattutto ad ottenere una buona sintesi tra le esigenze grafiche canoniche e i desideri del cliente al fine di ottenere un lavoro finito che lo rappresenti al meglio.